Anonimo Registrati

Domenica 14-Luglio-2024

          

IMPORTANTE

PER INSERIRE IL PROPRIO ANNUNCIO DI MOBILITA' SU LIPOL.IT e FACEBOOK


comunicare :  nome e cognome, posizione professionale, profilo professionale, gli enti di partenza e destinazione, telefono e/o mail, note particolari

  (ogni singolo annuncio, rimarrà visibile online per circa 12 mesi dalla data d'inserimento)

 Inoltre  per i soli colleghi iscritti al nostro sindacato, che ne facciano richiesta, prestiamo piena assistenza nella ricerca della mobilità (anche attraverso i nostri referenti sui territori) e per tutto l'iter burocratico.

Si prega tutti coloro che abbiano ottenuto la mobilità, di darne comunicazione per cancellare la richiesta.

                                                Si ringrazia per la fattiva collaborazione

IL Segretario Generale Nazionale Daniele Minichini


::NEWS::

Pagina 13 di 57: [<<] [<] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [>] [>>] Notizie totali: 850
* Categorie 

MESSINA - COMUNICATO LIPOL SU SENTENZA CORTE COSTITUZIONALE N 219 - 2013

Immagine della News Notizia n° 670   del: 22/07/2013 [18:54]   Autore: Dansegretario

Il nostro Segretario Generale Daniele Minichini e il responsabile territoriale di Messina Giacomo Visalli in seguito anche alla Sentenza Corte Costituzionale nr. 219/2013hanno scritto alle Istituzioni preposte richiedendo il Potenziamento dell'Organico di Polizia Municipale di Messina con l'immediata riassunzione dei 20 agenti vincitori di concorso, l’assunzione dei 12 idonei in graduatoria e la redazione di un serio programma pluriennale di ristrutturazione del corpo

ED ECCO I SERVIZI DEI TG:

RTP MESSINA                                                         TCF MESSINA

                          

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

MADE IN ITALY - CONTRADDIZIONI E DIFFICOLTA NEI TERRITORI

Immagine della News Notizia n° 669   del: 13/07/2013 [18:02]   Autore: Dansegretario

LA SITUAZIONE VISSUTA QUOTIDIANAMENTE DALLE FAMIGLIE E DALLE IMPRESE ITALIANE E' SEMPRE MENO RASSICURANTE E DA PIU' PARTI SI LAMENTA A GRAN VOCE LA MANCANZA DI UNA PROSPETTIVA DI SORTA PER UNA VIA D'USCITA DA QUESTO ORMAI PLURIENNALE STATO DI CRISI, CHE SEMBRA ESSERE ARRIVATO A UN PUNTO MORTO. TRA I SETTORI PARTICOLARMENTE COLPITI IN ITALIA QUELLO DEL PUBBLICO IMPIEGO E DEGLI ENTI LOCALI., SOTTOPOSTI A PESANTI TAGLI PER RECUPERARE GLI SPRECHI CHE SI SONO SOMMATI NEGLI ANNI . UN PAESE COME L'ITALIA, CHE PUO' ..... CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTO   

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

REGGIO CALABRIA - CROLLO SOFFITTO POLIZIA MUNICIPALE SFIORATA TRAGEDIA

Immagine della News Notizia n° 668   del: 10/07/2013 [19:00]   Autore: Dansegretario
Reggio, crollo soffitto in locali Polizia Municipale: sfiorata la tragedia      
crollosoffitto Di seguito la nota diffusa Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza - Presso il Comando di Polizia Municipale di Reggio, sito in viale Aldo Moro,  ieri 9 luglio intorno alle 15,00 ca. si è sfiorata la tragedia. E’ accaduto, infatti, che una parte del soffitto dell’Ufficio Contenzioso, sito al 2° piano dell’edificio,  si è staccato dalla propria sede naturale, andando a finire sulla postazione di lavoro occupata abitualmente da una dipendente che, fortunatamente, ieri era in licenza. Sul posto sono prontamente intervenuti il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione Ing. Roberto Ceravolo e i Rappresentanti dei Lavoratori  per la Sicurezza, che hanno assistito all’intervento effettuato dai Vigili del Fuoco, i quali dopo aver constatato la pericolosità dell’area interessata dall’incidente hanno dichiarato l’inagibilità temporanea dei locali, siti al 1° piano (sala riunioni) e al 2° piano (Ufficio Contenzioso). Tale accaduto, unito alla situazione già precaria dell’intera struttura, oltre a compromettere l’attività dell’ufficio contenzioso, rappresenta un notevole rischio sia per i dipendenti che per gli utenti che quotidianamente hanno accesso al Comando. Inoltre, si sottolinea che presso il Comando l’impianto di climatizzazione risulta non funzionante da oltre un anno, rendendo i locali “quasi invivibili” in ragione del fatto che durante le giornate estive, in cui si raggiungono temperature elevate, non è possibile nemmeno aprire le finestre, considerato che gli  uffici sono realizzati con la vetratura a  “vasistas”. Un capitolo a parte, di non secondaria importanza, merita l’aspetto legato ai servizi igienici che risultano privi del minimo materiale essenziale (carta igienica, sapone liquido e carta asciugamano).     La situazione di grave carenza, sia sotto il profilo della sicurezza che sotto il profilo dell’igiene, purtroppo è comune ad altri Uffici comunali dislocati sul territorio, come già peraltro riscontrato in occasione dei sopralluoghi effettuati congiuntamente con il R.S.P.P. e dai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, tempestivamente segnalati agli Uffici competenti. In particolare, si segnala che :  1.    Il centro civico di Pellaro,  dove hanno sede sia la circoscrizione che un distaccamento del comando di Polizia Municipale, è ubicato in ambienti angusti, privi di corretta areazione dei locali e con notevoli problemi di umidità delle pareti e soffitti, inoltre l’impianto di climatizzazione è guasto e non  efficiente; 2.    L’ufficio Anagrafe di Via del Torrione ha registrato, nel mese di dicembre 2012, il crollo parziale del soffitto in corrispondenza di uno dei bagni, che, addirittura, sono privi di adduzione dell’acqua, inoltre l’impianto di climatizzazione è ormai in disuso per mancata manutenzione e da origine a  notevoli problemi di perdita dell’impianto, causando stillicidio di acqua nei locali, l’ascensore è in disuso sempre per mancate manutenzioni. 3.    La Circoscrizione di Gallina, nei mesi scorsi, è stata oggetto di un parziale crollo della controsoffittatura e solo circostanze favorevoli hanno evitato il peggio. In tutti gli ambienti si rilevano evidenti segni di umidità provenienti dalla copertura, con possibile interessamento della struttura e del controsoffitto.  A seguito di ciò il distaccamento del Comando di Polizia Municipale è stato trasferito presso il centro civico di Pellaro, con le condizioni sopra citate. 4.    I Centri civici di Ravagnese e di Arghillà, realizzati di recente dal comune di Reggio Calabria, presentano  condizioni in cui sono evidenti e ingenti i segni indelebili di umidità. 5.    Il corpo H ( Servizi Esternalizzati ed Organismi Partecipati e Politiche Ambientali e Culturali)  ed il corpo dove ha sede l’ufficio Urbanistica e Patrimonio del CE.DIR. sono con l’impianto di climatizzazione non funzionante da almeno due anni. 6.    In tutti gli ambienti del CE.DIR., si può constatare la precaria situazione igienica dei bagni, la pavimentazione è ormai presente con evidenti segni di usura e non permette una corretta pulizia dei locali, le porte antincendio posti nei capiscala di piano sono completamente inefficienti e non esiste una corretta cartellonistica sia per la sicurezza che per il divieto di fumo nei locali. I Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Antonino ARTUSO Vincenzo CHIRICO Gerardo   PIZZONE
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

TORINO - DIMOSTRAZIONE MACCHINA TAPPABUCHE

Immagine della News Notizia n° 667   del: 05/07/2013 [19:00]   Autore: Dansegretario
NOI DEL LIPOL A QUEI COMUNI, COME QUELLO DI NAPOLI ( MA NON SOLO), CHE CI DICONO CHE NON HANNO I SOLDI PER FORNIRE PERSONALE E MEZZI ALLA POLIZIA LOCALE E LA CITTA' DI CIO' CHE OCCORRE PER LA SICUREZZA RICORDIAMO CHE ESISTONO I FONDI DELLE SANZIONI DEL COICE DELLA STRADA PER L'ART.208.

Torino, 4 luglio 2013. 
Il Comune di Torino ha messo a disposizione un tratto di corso Regina Margherita per una Dimostrazione di prova della macchina "tappabuche" prodotta dalla ditta Aebi Schmidt, gruppo svizzero-tedesco che in Italia ha una sede vicino a Pordenone. Dall'assessorato ai Trasporti fanno sapere che è una delle soluzioni contemplate per risolvere la grave "questione buche" del capoluogo piemontese.
Servizio di Bruno Casula
www.nuovasocieta.it


    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

IL LIPOL ESPRIME DOLORE E RABBIA PER LA MORTE DEL COLLEGA DI PALERMO

Immagine della News Notizia n° 666   del: 25/06/2013 [16:44]   Autore: Dansegretario

IL LIPOL ESPRIME DOLORE E RABBIA PER LA MORTE DEL COLLEGA DI PALERMO Mirco Vicari, 38 ANNI UCCISO MENTRE SORPRENDEVA DEI LADRI NELLA SUA ABITAZIONE IN VIA SCILLATO NELLA ZONA DI PERPIGNANO. Secondo le prime ricostruzioni ci sarebbe stata una colluttazione durante la quale il collega, che alle 14 avrebbe iniziato il suo turno di lavoro, è stato ucciso. Gli investigatori della squadra mobile, che indagano sull'omicidio, hanno trovato l'appartamento a soqquadro, i ladri sono fuggiti.

Vicari nel momento in cui stava entrando nella sua abitazione stava parlando al telefono con la compagna. Avrebbe fatto in tempo a dire alla donna di avere trovato la porta dell'abitazione aperta: a questo punto è entrato dentro e la compagna ha sentito la sua voce che pronunciava la parola "polizia", poi lo sparo e il vigile che gridava "mi hanno colpito, mi hanno colpito".
Il corpo di Vicari, ex Lsu uscito dal precariato e stabilizzato nel corpo di polizia municipale nel 2010, è ancora all'interno dell'abitazione di via Scillato. Sposato, separato e padre di due figli, l'uomo era in servizio nel corpo di polizia urbana, quella composta dagli agenti che vigilano soprattutto sui mercati rionali e sugli ambulanti.

 Vicari(che era in divisa mimetica e pronto ad andare in servizio),accortosi del ladro in casa, potrebbe avere provato a bloccarlo cercando di sfruttare la propria mole possente. Nel corso della colluttazione è partito il colpo di pistola (forse dalla stessa arma d'ordinanza del vigile) che lo ha raggiunto al centro del petto. 

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

FIRENZE - 13 AUTO DI SERVIZIO ECOLOGICHE

Immagine della News Notizia n° 665   del: 21/06/2013 [20:15]   Autore: Dansegretario
Le nuove auto ibride della polizia municipale

Il parco auto della polizia municipale diventa più ecologico: ecco 13 nuove Toyota ibride - FOTO

I veicoli sono stati acquistati grazie ad un finanziamento della Regione destinato all'acqusito di mezzi a basso impatto ambientale

Tredici auto ecologiche per la Polizia Municipale. Questa mattina sono state presentate le vetture ibride che saranno utilizzate per i servizi in centro storico. Si tratta di Toyota Yaris Hybrid, allestite per le esigenze della Polizia Municipale (in una è stato collocato anche lo Street View, il dispositivo che consente di elevare le sanzioni direttamente dalla vettura senza necessità di fermarsi e utilizzate soprattutto per le soste in doppia fila) dalla ditta Focaccia di Cervia.

 

Alla consegna simbolica delle chiavi hanno partecipato la comandante della Polizia Municipale Antonella Manzione, l’assessore all’ambiente Caterina Biti e Lorenzo Matthias direttore Relazione Esterne di Toyota Motor Italia. 
“Siamo molto soddisfatti di questi nuovi veicoli – ha dichiarato la comandante Manzione – prima di tutto perché il loro utilizzo rientra negli obiettivi di tutela ambientale dell’Amministrazione comunale. E al tempo stesso si tratta di un corposo rinnovo del parco veicolare della Polizia municipale soprattutto in questi tempi di tagli e di spendig review”.

 

“La comandante ha posto giustamente l’attenzione sul rinnovamento del parco macchine della Polizia Municipale – ha aggiunto l’assessore Biti –: si tratta di veicoli essenziali per la città per le funzioni di controllo che effettuano ogni giorno e ci piace che questo avvenga in modo rispettoso per l’ambiente. L’Amministrazione comunale infatti deve dare l’esempio anche in questo senso attivando per prima le buone pratiche che poi, speriamo, saranno riprese dai cittadini”. 
I veicoli sono stati acquistati grazie ad un finanziamento della Regione Toscana (Fondo Pac) destinato all’acquisto di veicoli a basse emissioni inquinanti e ottenuto dall’assessorato all’ambiente nell’ambito del Piano d’Azione comunale.


“Siamo orgogliosi, ancora una volta, di essere un punto di riferimento per l’Amministrazione fiorentina quando si parla di mobilità sostenibile - ha dichiarato Matthias – . Riteniamo importante il fatto che anche la Polizia Municipale di Firenze abbia riconosciuto la validità della tecnologia ibrida di Toyota ed abbia trovato nella Yaris Hybrid la risposta alle proprie esigenze di mobilità. Siamo convinti dell’importanza che la strada virtuosa della mobilità sostenibile debba essere percorsa insieme a chi opera sul territorio. Unendo le nostre forze possiamo trasmettere il messaggio che solo cambiando l’approccio, possiamo raggiungere l’obiettivo comune di una mobilità più rispettosa dell’ambiente. Noi crediamo fortemente nella tecnologia ibrida e i risultati che abbiamo ottenuto in più di 15 anni, con oltre 5 milioni di auto ibride Toyota e Lexus vendute nel mondo, portano vantaggi significativi alla riduzione delle emissioni nocive in atmosfera.”


Per quanto riguarda i veicoli, si tratta di auto con motore ibrido termico-elettrico di ultima generazione che, al di sotto di 50/60 chilometri all’ora, utilizza il solo motore elettrico. 
Inoltre, con un’autonomia in modalità solo elettrica di oltre 2 chilometri, queste vetture si auto-ricaricano sia quando viaggiano utilizzando il motore termico sia quando frenano. Senza dimenticare che, anche in modalità termica, la tecnologia avanzata utilizzata garantisce consumi ridottissimi e basse emissioni di C02.


I mezzi per le loro caratteristiche saranno destinate prioritariamente ad operare in centro: sono infatti state assegnate al reparto della Zona Centrale di via delle Terme, ai distaccamenti di Porta Romana e della Fortezza e al nuovo reparto di Polizia di Prossimità.

Fonte: Comune di Firenze - Ufficio Stampa
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

SOLO IL 9% DEI SINDACI E DEI CONSIGLIERI CONOSCEREBBE IL RUOLO DELLA POLIZIA LOCALE

Immagine della News Notizia n° 664   del: 19/06/2013 [22:18]   Autore: Dansegretario
Toscana

Indagine sugli agenti di polizia municipale: solo il 9% di sindaci e consiglieri comunali conoscerebbe esattamente il loro ruolo

A Modena la presentazione di un'indagine della scuola interregionale: scarsa secondo gli operatori anche la percezione da parte del cittadino
 
  Per oltre quattro ore – fra comandanti delle Polizie Locali di una trentina di Comuni emiliano-romagnoli, toscani e liguri – il confronto è stato serrato: come comportarsi se un cittadino, multato, gira di nascosto un video e lo passa su YouTube magari postando frasi volgari? Cosa fare davanti alle pesanti offese, agli stereotipi, ai pregiudizi che girano sui social media a proposito del lavoro di quelli che ancora in molti chiamiamo “vigili urbani”? Le amministrazioni locali e gli stessi corpi di Polizia Locale devono attrezzarsi per combattere “le calunnie” sui social network? Devono utilizzare le tecnologie per far conoscere il lato positivo del loro lavoro? La risposta è si.

 

A fare da pretesto, a Modena presso la Scuola Interregionale di Polizia Locale (SIPL, l’unica scuola italiana fra più Regioni nella formazione delle polizie locali), la presentazione di un libro scritto da Francesco Pira, docente all’Università di Messina, e dalla formatrice emiliana Samantha Gamberini.
 
 
Con il titolo “La polizia locale e la comunicazione sul web” (Maggioni Editore) il volume nasce – precisano gli autori – dalla “esigenza di approfondire un argomento spesso trascurato: la presenza o l’assenza, l’efficacia o l’inefficacia di strategie comunicative sul web e, in generale, sui media, utilizzate dai diversi enti per comunicare le polizie locali”.
 
 
I lavori sono stati aperti da Cristina Preti, presidente della SIPL (la scuola, molto attiva nella formazione professionale, è sostenuta da tre Regioni: Emilia-Romagna, Toscana, Liguria. La presidenza è a rotazione fra rappresentanti delle tre Regioni).
Insieme al volume è stata anche presentata una ricerca (“La comunicazione esterna della polizia Locale”) curata da Samantha Gamberini, in marzo e aprile scorsi, fra operatori delle Polizie Locali delle tre regioni.
L’84% di questi ritiene che i cittadini non abbiano una buona conoscenza sui compiti delle polizie locali: ma a non conoscere ciò che fanno i corpi di polizia locale sono anche, per comandanti e agenti, gli stessi amministratori locali (solo il 9% dei vigili sostiene che sindaci e consiglieri comunali conoscano bene le tante attività svolte ogni giorno dai vigili).
 
 
Il 44% degli operatori ha molto da dire sul fatto che i siti web delle rispettive amministrazioni siano funzionali a fornire una buona immagine della polizia locale. Il 45% vorrebbe una pagina facebook, un account twitter o un canale youtube dedicato alla polizia locale. Solo il 18% è soddisfatto del rapporto con la stampa e sale al 75% la percentuale dei vigili che almeno qualche volta hanno pensato che alla propria amministrazione interessasse davvero poco l’immagine della polizia locale. E ben 47 operatori su 100 confessano di aver pensato di postare qualcosa, in dibattiti su internet, per difendere l’immagine della polizia locale.
 
Dal convegno di Modena anche una suggestione: trovare un Terence Hill che sul piccolo schermo possa fare, per la Polizia locale, ciò che l’attore, smessi i panni di “don Matteo”, ha fatto per il Corpo Forestale dello Stato interpretando il “forestale Pietro”. O trovare un Gigi Proietti capace di vestire i panni di un “maresciallo Rocca” dei vigili urbani. O un Luca Zingaretti per declinare il Commissario Montalbano nelle divise dei “vigili urbani”. Rai Fiction e Lux Vide sono avvertiti … 

Fonte: Regione Toscana
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

30-05-2013 MESSINA - DOMANI SCADE IL CONTRATTO I VIGILI APPENDONO LA DIVISA - GIORNALE DI SICILIA

Immagine della News Notizia n° 663   del: 24/05/2013 [13:15]   Autore: Agentecc

30-05-2013 MESSINA - DOMANI SCADE IL CONTRATTO I VIGILI APPENDONO LA DIVISA - GIORNALE DI SICILIA

Domani sarà l'ultimo giorno di lavoro per i venti vigili urbani assunti a tempo determinato lo scorso anno. Il Lipol, il sindacato Libera Polizia Locale ha scritto una nota a firma dei segretari Giacomo Visalli e Daniele Minichini in cui segnala "che, da accertamenti effettuati, sembrerebbe che le somme pari a circa 45.000,00 euro provenienti dai fondi del 208 del Codice della Strada, accantonati nel 2011 .........CLICCA QUI PER LEGGERE

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

NAPOLI - RICHIESTA SERVIZI MINIMI ESSENZIALI PER SECURCITY E FORMAZIONE PERSONALE

Immagine della News Notizia n° 662   del: 22/05/2013 [20:19]   Autore: Dansegretario

SINDACATO LIPOL

 

 

Al sig. Responsabile SAPL dr Auricchio

                             Al sig. Sindaco di Napoli On.le L. de Magistris

                             Ai Gruppi Consiliari del Comune di Napoli

                      p.c. Al sig. Prefetto di Napoli dr F. Musolino

                            Al sig. Presidente della Regione Campania On. Caldoro

 

RICHIESTA SERVIZI MINIMI ESSENZIALI PER SECURCITY E FORMAZIONE PERSONALE

 

 

Questa O.S. e RSU

Premesso

 che il Comune di Napoli pur essendo tenuto ad effettuare corsi di aggiornamento  e formazione per tutto il personale della Polizia Municipale è carente in tal senso a differenza di Milano e della Lombardia

 

Considerato che

 

l’Amministrazione Comunale insieme ad ANCI e UPI Campania nonché con la Scuola Regionale per la Polizia Locale e con la collaborazione di un Noto Gruppo editoriale “…confermando il proprio .......RICHIESTA SERVIZI MINIMI ESSENZIALI PER SECURCITY E FORMAZIONE PERSONALE
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

Online la piattaforma Anci per assistenza alle gestioni associate

Immagine della News Notizia n° 661   del: 22/05/2013 [20:05]   Autore: Dansegretario
Si segnala che, per sostenere i Piccoli Comuni nella realizzazione delle gestioni associate obbligatorie delle 9 funzioni fondamentali (articolo 19 della legge n. 135/2012), Anci mette a disposizione una rinnovata e più completa piattaforma tecnica informativa CLICCA QUI PER ACCEDERE

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

11.05.2013 Legittimo il licenziamento senza preavviso del lavoratore che ha una condotta aggressiva

Immagine della News Notizia n° 660   del: 20/05/2013 [18:31]   Autore: Agentecc
La Cassazione, con sentenza n° 10814 del 8 maggio 2013, ha affermato la legittimità del licenziamento irrogato senza preavviso a un lavoratore che, durante un acceso diverbio con una collega, aveva lanciato un carrello porta vivande e aveva colpito un'altra dipendente. La Suprema Corte ha infatti ritenuto che il comportamento del dipendente, per la futilità dei motivi che lo avevano scatenato, violi l'articolo 123 del ccnl ed infrangesse irrimediabilmente il vincolo fiduciario con il lavoratore.
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

Approvata la proroga per i precari della Pubblica Amministrazione

Immagine della News Notizia n° 659   del: 19/05/2013 [19:20]   Autore: Agentecc
Proroga fino al 31 dicembre 2013 per i dipendenti delle amministrazioni pubbliche assunti con contratti di lavoro a tempo determinato.
Il decreto è stato approvato venerdì 17 maggio dal Consiglio dei Ministri.

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

CDS I PIU DISCIPLINATI MOTOCICLISTI E LE DONNE . TRENTINO - FRIULI E VENETO I PIU SANZIONATI

Immagine della News Notizia n° 658   del: 14/05/2013 [18:12]   Autore: Dansegretario
Meno punti sulla partente per 2,8 milioni di italiani in 5 anni
Donne e motociclisti i più disciplinati. In Trentino, Friuli e Veneto i più sanzionati

Negli ultimi cinque anni due milioni e ottocentomila italiani hanno perso punti dalla propria patente. I più disciplinati al volante risultano essere i motociclisti e le donne mentre, a livello geografico, Trentino, Friuli e Veneto guidano la classifica delle regioni in cui sono stati sanzionati più guidatore. E' questo il quadro che emerge da una indagine condotta da Facile.it, azienda del settore assicurativo, analizzando i dati relativi all'ultimo quinquennio.

Secondo l'indagine, compiuta su un campione di oltre 6,5 milioni di preventivi Rc auto e moto presentati negli ultimi 12 mesi, se a livello nazionale gli automobilisti incorsi in sanzioni di gravità tale da comportare la perdita di punti sono stati il 6,3% del totale e, per i motociclisti, il 5,4%, molto peggio è andata ai patentati di Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Veneto dove hanno subito sottrazioni di punti, rispettivamente, l'8,6%, 8,3% e 8,1% dei patentati. Numeri decisamente più alti delle regioni meridionali: per esempio, in Puglia hanno visto scendere il proprio saldo punti solo il 3,8% degli automobilisti, in Calabria il 4,15% e in Sicilia il 4,3%.

Con l'aumentare dell'età del conducente cresce anche la sua prudenza e se fra i più giovani (18-24 anni) la percentuale di automobilisti che ha perso punti della patente è addirittura del 10,27%, fra chi ha un'età compresa tra i 25 e i 35 anni la percentuale è pari al 6,93%, diventa il 5,97% fra i 36 e i 50 anni per diminuire ancora, 5,33%, fra gli over 50. Confermata inoltre la migliore attitudine alla guida delle donne: solo il 5,7% delle automobiliste ha subito la decurtazione dei punti, fra gli uomini il dato diventa del 6,7%.

Guardando al campione relativo ai motociclisti, le donne che hanno dovuto rinunciare a punti della patente sono il 4,92%, gli uomini il 5,44%. Quanto alle fasce d'età, i centauri fra i 18-24 anni hanno dovuto cedere punti nel 10% dei casi, quelli con età fra i 25 e i 35 anni nel 5,33%, quelli fra i 36 e i 50 nel 5,04% e, in ultimo, quelli con più di 50 anni nel 4,65% dei casi.

Italia Oggi 2/5/2013

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

FIRENZE LA NUOVA ORGANIZZAZIONE DEL CORPO

Immagine della News Notizia n° 657   del: 10/05/2013 [22:53]   Autore: Dansegretario

FIRENZE

Al via la riorganizzazione della polizia municipale: oltre 80 vigili in più in strada contro degrado e insicurezza

La comandante Manzione: "Il nostro obiettivo è una rivoluzione culturale che vuole avvicinare gli agenti alle esigenze del cittadino"

 

Cinquanta vigili in più in strada, a piedi e in uniforme, nelle zone dove maggiori sono le segnalazioni per degrado o insicurezza. E’ il nuovo nucleo di prossimità della Polizia municipale, al via da lunedì ma che sarà completato a settembre, che fa parte di un più generale processo di riorganizzazione ......LEGGI IL COMUNICATO STAMPA

FIRENZE  LA NUOVA ORGANIZZAZIONE DEL CORPO

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

CALABRIA - PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE

Immagine della News Notizia n° 656   del: 06/05/2013 [17:53]   Autore: Dansegretario
Polizia locale e sicurezza urbana, la proposta di legge
(06/05/13 - Calabria on web)
 
Lunedì 6 maggio prossimo, alle ore 10.30, nella sala "Giuditta Levato" del Consiglio regionale della Calabria, verrà presentata alla stampa la proposta di Legge regionale n. 407 dal titolo "Riforma della disciplina regionale in materia di Polizia Locale e Sicurezza Urbana".
All'incontro con i giornalisti parteciperanno il consigliere regionale del gruppo Misto, Pasquale Maria Tripodi e Luigi Nigero, vicecomandante della Polizia Municipale di Reggio Calabria che interverrà in qualità di esperto della materia in argomento.
"La necessità di aggiornare l'attuale legge regionale in materia di polizia locale e sicurezza urbana nasce da molteplici fattori: da una parte – spiega il consigliere Tripodi – il profondo mutamento sociale avvenuto negli ultimi anni e la conseguente richiesta di sicurezza da parte dei cittadini spesso a contatto con situazioni di degrado e microcriminalità; dall'altra, la trasformazione degli assetti istituzionali che ha portato ad un rilevante ampliamento dei compiti degli Enti Locali, culminato con la riforma costituzionale del Titolo V del 2001". "Proprio il novellato art. 117, secondo comma lett. h, sottrae la competenza illimitata dello Stato in materia di sicurezza al legislatore nazionale, affidando alle Regioni – sottolinea ancora l'esponente politico – un ruolo centrale attraverso la competenza legislativa esclusiva in materia di polizia amministrativa locale. La Regione ha, dunque, il compito di porre la sicurezza urbana tra le condizioni primarie per un ordinato svolgimento della vita civile, non solo riorganizzando 'tout court' il comparto della polizia locale, ma anche – conclude il consigliere Pasquale Tripodi – sviluppando politiche di sicurezza sociale multilivello che coinvolgano più soggetti, fra cui primariamente gli Enti Locali, e che siano in grado di rispondere alle esigenze specifiche del territorio e della collettività".
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

LOGIN

  

Registrati

Recupera Password


LIPOL INFORMA

etp