Anonimo Registrati

Sabato 25-Maggio-2024

          

IMPORTANTE

PER INSERIRE IL PROPRIO ANNUNCIO DI MOBILITA' SU LIPOL.IT e FACEBOOK


comunicare :  nome e cognome, posizione professionale, profilo professionale, gli enti di partenza e destinazione, telefono e/o mail, note particolari

  (ogni singolo annuncio, rimarrà visibile online per circa 12 mesi dalla data d'inserimento)

 Inoltre  per i soli colleghi iscritti al nostro sindacato, che ne facciano richiesta, prestiamo piena assistenza nella ricerca della mobilità (anche attraverso i nostri referenti sui territori) e per tutto l'iter burocratico.

Si prega tutti coloro che abbiano ottenuto la mobilità, di darne comunicazione per cancellare la richiesta.

                                                Si ringrazia per la fattiva collaborazione

IL Segretario Generale Nazionale Daniele Minichini


::NEWS::

Pagina 7 di 57: [<<] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [>] [>>] Notizie totali: 850
* Categorie 

NAPOLI- CGIL -UIL-LIPOL CHIEDONO ATTUAZIONE REGOLAMENTO REGIONALE - UNIFORMI E GRADI P.L.

Immagine della News Notizia n° 760   del: 30/07/2015 [23:45]   Autore: Dansegretario

 CGIL -UIL -LIPOL

COORDINAMENTO UNITARIO AREA POLIZIA LOCALE

Prot. n. 0403/15/Unit. del 30.07.2015

Al Sig. Sindaco e Assessore alla P.M. On.le L. de Magistris

 p.c. Al Comandante a interim della P.M. dott. C. Esposito

Ai Gruppi Consiliari (presso Segreteria Fax 0817959768)

OGGETTO: Attuazione Regolamento regionale adottato il 13.02.2015 – Uniformi e gradi P.L. Onorevole Sig. Sindaco, le scriventi OO.SS. e le R.S.U. – R.L.S. di riferimento Area polizia Locale, in relazione all’oggettivato Regolamento (uniformi e gradi polizia locale Regione Campania), adottato dalla Giunta regionale in esecuzione dell'art. 16 della Legge regionale n. 12 del 13.06.2003 (Norme in materia di polizia amministrativa regionale e locale e politiche di sicurezza),che, stante il periodo indicato, va adottato dal Comune di Napoli entro il 15 agosto p.v., atteso che:Come a Ella noto, da anni agli appartenenti al Corpo di P.M. non viene corrisposta la dovuta massa vestiario, e i connessi dispositivi individuali di protezione, e ciò al netto dell’ultima parziale fornitura che solo in parte riscontra i capi e gli arredi delle uniformi prescritti nel suddetto regolamento regionale; All’atto si registra ancora la non corresponsione della pur parziale suddetta fornitura per molti appartenenti al Corpo, mentre, per buona volontà dei singoli si sta provvedendo anche all’autonomo acquisto di alcuni capi di vestiario, il che, purtroppo, risulterà in difformità con il richiamato regolamento regionale; La S.V., la Giunta e il Consiglio comunale sono in questi giorni impegnati all’approvazione del bilancio, nel cui ambito, compresi gli indispensabili strumenti e i mezzi operativi per la polizia municipale, risulta essenziale appostare le dovute somme per definitivamente stabilizzare la completa fornitura della massa vestiario e dei suddetti D.I.P., il tutto anche per il concreto e legittimo riscontro dei disposti del D. Lgs 81/08; Con la presente Le chiedono di adoperarsi con ogni mezzo affinché si attui il succitato regolamento regionale, quindi anche la polizia municipale di Napoli possa rientrare, pure per questi importanti aspetti, in un regime di ordinaria gestione. Con la certezza di accoglimento della presente, che muove per il rispetto della richiamata normativa e allineare il Corpo della P.M. di Napoli a tutte le polizie locali d’Italia, con particolare riguardo alle grandi Aree Metropolitane, si porgono distinti saluti.

Per il Coordinamento Unitario la R.S.U./R.L.S. di riferimento Area Polizia Locale

 F. Gragnano - A. Micillo – D. Minichini

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

POLIZIA PROVINCIALE OK AL TRANSITO NEI COMUNI SALVI I VIGILI STAGIONALI

Immagine della News Notizia n° 759   del: 27/07/2015 [19:20]   Autore: Dansegretario

Polizia Provinciale, Ok al transito nei Comuni. Salvi i vigili stagionali

Domenica, 26 Luglio 2015 10:00

Scritto da Bernardo Diaz

La Commissione Bilancio di Palazzo Madama ha approvato un emendamento all'articolo 5 del decreto legge sugli enti locali che consentirà di assumere a tempo vigili urbani nei Comuni turistici. Si risolverà positivamente la questione delle assunzioni dei vigili stagionali, che in questi giorni ha scatenato una serie di polemiche, fino all’intervento del Ministro della Funzione Pubblica, Marianna Madia, che aveva aperto ad una possibile modifica. Nella seduta fiume del 25 luglio la Commissione Bilancio ha infatti approvato un emendamento dei relatori che ha riscritto interamente l'articolo 5 del decreto sugli enti locali (Dl 78/2015). La misura conferma il transito del personale appartenente ai Corpi ed ai servizi di polizia provinciale nei ruoli degli enti locali per lo svolgimento delle funzioni di polizia municipale, secondo le modalità e procedure definite nel decreto di cui all'articolo 1, comma 423, della legge 23 dicembre 2014, n. 190. Il transito dovrà avvenire nei limiti della relativa dotazione organica e della programmazione triennale dei fabbisogni di personale, in deroga alle vigenti disposizioni in materia di limitazioni alle spese ed alle assunzioni di personale, garantendo comunque il rispetto del patto di stabilità interno nell'esercizio di riferimento e la sostenibilità di bilancio. C'è tuttavia un temperamento: gli Enti di Area Vasta, le Città metropolitane e le regioni avranno tempo sino al 31 ottobre 2015 per trattenere il personale della polizia provinciale riallocandolo nell'ambito dei processi di riordino delle funzioni provinciali. In caso contrario il personale transiterà nei Comuni. Fino al completo assorbimento del personale della Polizia Provinciale, viene fatto divieto agli enti locali, a pena di nullità delle relative assunzioni, di reclutare personale con qualsivoglia tipologia contrattuale per lo svolgimento di funzioni di polizia locale. Ma a differenza della norma originaria vengono fatte salve le assunzioni di personale a tempo determinato effettuate per lo svolgimento di funzioni di polizia locale, esclusivamente per esigenze di carattere strettamente stagionale e comunque per periodi non superiori a cinque mesi nell'anno solare, non prorogabili. 

Leggi Tutto: http://www.pensionioggi.it/notizie/pubblico-impiego/polizia-provinciale-ok-al-transito-nei-comuni-salvi-i-vigili-stagionali-453645356#ixzz3h755J1TK

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

NAPOLI - LA LIPOL INSIEME A CGIL E UIL DENUNCIA ASSENZA DI REGOLE E TRASPARENZA SU TRASFERIMENTI POLIZIA LOCALE

Immagine della News Notizia n° 758   del: 10/07/2015 [20:31]   Autore: Dansegretario

CGIL-UIL-LIPOL

COORDINAMENTO UNITARIO AREA POLIZIA LOCALE

Prot. n.   00049 /15/Unit.  del 10.07.2015

Al Sig. Sindaco e Assessore alla Sicurezza/P.M. On. le L. de Magistris

p.c. All’Assessore al Personale M.C. Pace

Al Comandante a interim della P.M. dott. C. Esposito

Al Direttore Generale dott. A. Auricchio

               

Oggetto: Creazione U.O. – Ingente movimentazione personale P.M. – Assenza di regole e trasparenza.

 

               Siamo rimasti agli impegni che la S.V. – il giorno 07 luglio 2014 anche per l’invito al confronto del Prefetto di Napoli - assunse in sede d’incontro con le OO.SS e R.S.U. per varare una regolamentazione delle mobilità /trasferimenti interna al Corpo della polizia municipale.

 

                Dando credito ai valori da Ella sempre espressi, in tema di regole certe e trasparenza amministrativa per tutti, nei successivi incontri, queste rappresentanze presentarono all’allora Responsabile del S.A.P.L. una ipotesi di relativo regolamento che fondava – e fonda – su disposizioni legislative/contrattuali, e sulla considerazione delle composite e delicate funzioni assegnate alla polizia municipale, quindi mirante a contemperare le esigenze del Servizio con quelle degli Operatori del Settore.

 

                E’ utile sottolineare che la S.V.......CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTO

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

NAPOLI - CGIL,UIL,LIPOL DENUNCIANO SPRECO FITTO PER LOCALI INUTILIZZATI E CONDIZIONI LAVORATIVE U.O. VOMERO -ARENELLA

Immagine della News Notizia n° 757   del: 09/07/2015 [20:56]   Autore: Dansegretario

CGIL - UIL - LIPOL

COORDINAMENTO UNITARIO AREA POLIZIA LOCALE

Prot. n.0275/15/Unit.  del 07.07.2015

Al Responsabile Servizi Prevenzione e Protezione Comune di Napoli dott.ssa Elvira Capecelatro

Al Comandante a interim della P.M. dott. C. Esposito

Al Direttore Generale dott. A. Auricchio

p.c. Al Sig. Sindaco e Assessore alla P.M. On. le L. de Magistris

All’Assessore al Patrimonio dott. A. Fucito

All’Assessore al Personale M.C. Pace

Al Presidente e ai Consiglieri della 5^ Municipalità

 

OGGETTO: Ricadute accorpamento e inutilizzo locali U.O. Arenella di Via Jannelli 220 – Richiesta sopralluogo.

                     Le scriventi OO.SS. e le R.S.U. – R.L.S. di riferimento Area polizia Locale, nel denunciare che solo per le vie informali appresero della chiusura dei locali in oggetto, quindi del trasferimento del personale della U.O. Arenella alla U.O. Vomero (di via Morghen);

Premesso che:

   Queste rappresentanze, con propria nota dell’8.05.2015, evidenziarono la mancata attivazione delle corrette relazioni sindacali, laddove alcuna preventiva informativa fu inoltrata alle OO.SS. e R.S.U. sebbene prescritta in corrispondenza di similari rilevanti e riorganizzanti.....CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTO IL DOCUMENTO  eventi 
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

NAPOLI - CGIL - UIL - LIPOL INTERVENGONO SU MANCATO PAGAMENTO P.I.P.

Immagine della News Notizia n° 756   del: 29/06/2015 [23:59]   Autore: Dansegretario


CGIL - UIL - LIPOL




Prot. n. 0233/15//Unit.  del 29..06.2015

Al Dirigente Responsabile della Protezione Civile dott. A. Carpenito

Al Comandante a interim il Corpo di P.M. Napoli dott. Ciro Esposito

Al Direttore Generale dott. Attilio Auricchio  

 Al Dirigente della U.O. Affari Generali e Contr. Inter. do.tt.ssa C. Olivieri

Al Responsabile dell’Ufficio Attività Complementari e Formazione e Valutazione – dott.  Giuseppe Stanco

Al Sindaco e Assessore alla Sicurezza/P.M. On.le Luigi de Magistris

Al  Collegio dei Revisori Presidente dott.. Vincenzo De Simone - Componenti dott.. Antonio Luciano – dott.. Giuseppe Toto

 

Oggetto:mancato pagamento “P.I.P.” – Reperibilità e violazione art. 38 regolamento Corpo P.M.

 

             Le scriventi rappresentanze ancora una volta acquisiscono e trasmettono le rimostranze degli appartenenti alla P.M.  che, sebbene chiamati a svolgere il proprio servizio tra le mille note difficoltà, e in regime di maggiore produttività - efficienza, puntualmente, malgrado la crisi economica che pesa sui già striminziti bilanci familiari, vedono negarsi la regolare corresponsione del dovuto economico, sia per l’oggettivato progetto di produttività, sia per prestazioni rese in regime di pronta reperibilità.

              In tal senso si denuncia che:

*      Malgrado ambito “P.I.P.” sia prescritto che “Le procedure per la liquidazione dei premi della produttività individuale sono demandate all'U.O. Affari Generali e Contr.". Inter. / Ufficio Attività Complementari e Formazione e saranno istruite con cadenza mensile, ………. Omissis. Tale liquidazione, ancora una volta, è in ritardo di ben cinque mesi, e/o di tre mesi, qualora si volesse pur comprendere la bi mensilità per la valutazione e attestazione;

*      Il mancato pagamento delle prestazioni in reperibilità, per il quale si è giunti alla soglia di un anno di ritardo poiché è da giugno 2014 che non viene corrisposto il corrispettivo salario/istituto agli Operatori di P.M.. aventi diritto.

 

Al danno si unisce, poi, la beffa, poiché alcuni Comandanti di reparto del Corpo ormai sono usi imporre agli aderenti al “P.I.P.” (e non solo) cambi turno anche nelle tarde ore pomeridiane, e ciò in violazione dell’art. 36 dello speciale Regolamento della polizia municipale, sia dello stesso suddetto piano individuale di produttività (“P.I.P.”), nel cui ambito al punto B si dispone:

*      Parametri e criteri punto B – Disponibilità a modificare il proprio orario di lavoro (cambio turno) in relazione a particolari esigenze di servizio per eventi non preventivamente programmabili al momento della definizione dei turni di personale in relazione alle esigenze di servizio di cui al punto a), fatto salve le previsioni di cui all'art.36 del vigente Regolamento del Corpo (…..  il turno va comunicato ai dipendenti “di norma nelle ore antimeridiane del giorno che precede ed almeno un'ora prima del termine del servizio di  primo turno”)

Con conseguente ulteriore danno biologico, cui va aggiunta, altresì, la pretese del recupero “Quartina” (prestazione lavorativa in giorno festivo) che nel “P.I.P.” è trattato a regime di volontarietà (nel progetto: “hanno la possibilità di recuperare tale prestazione), e nella individuale interpretazione di alcuni responsabili è applicato come obbligatorietà anche in corrispondenza degli eventi non scaturenti dalla volontà del dipendente.

Contrariamente a chi ritiene di agire a comando e solo contro alcuni dirigenti/responsabili, queste rappresentanze, in virtù:

*      Dei certi obblighi che ricadono su chi amministra l’Ente e gestisce il personale;

*      Delle corrette relazioni sindacali, le quali si sono purtroppo perse per la sola volontà di Codesta Amministrazione che, in ogni sua espressione continua non solo a evitare il confronto sindacale quanto a raggirare qualsiasi giusta segnalazione e rivendicazione avanzata in rappresentanza degli utenti e dei lavoratori del Corpo;

e in linea di principio, rigettano il ricorso alla magistratura Ordinaria e Contabile per vedere rispettati diritti e doveri poiché ciò mina la credibilità delle parti in causa, ma se ciò necessita non esiteranno a procedere, nella piena coscienza di aver tentato ogni possibile “civile” risoluzione delle varie pendenti vertenze ambito Corpo polizia municipale, tra cui quelle esposte nella presente.

 

Per il Coordinamento Unitario  la R.S.U.  di riferimento Area Polizia Locale

F/to   F. Gragnano - A. Micillo – D. Minichini

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

BRESCELLO(RE) - IL COMUNE CERCA SCUSE PER LICENZIARE IL VIGILE "ARTICOLISTA"

Immagine della News Notizia n° 755   del: 28/06/2015 [12:23]   Autore: Dansegretario
Il comune cerca scuse per licenziare il “vigile scomodo”…. Scrive troppi articoli!! Tripla schiaffeggiata in giudizio e libertà di stampa.

La corte di appello di Bologna, rigettando l’impugnazione proposta dal Comune di Brescello, confermava la sentenza del tribunale di Reggio Emilia con il quale era stato dichiarato illegittimo il provvedimento di decadenza dall’impiego nei confronti di un agente della polizia municipale. La causa della decadenza era ascritta alla attività extraistituzionale condotta dal predetto agente di P.M che aveva scritto un certo numero di articoli in funzione di una sua passione giornalistica e ciò, pare, era stato ritenuto dall’amministrazione incompatibile con lo status di “agente di polizia municipale”.

Il Comune di Brescello, proprio ci soffriva nel dover reintegrare l’agente di polizia municipale, scrittore per diletto; così è arrivata fino alla suprema corte, ove ha ricevuto altra sonora bastonatura (rigetto delle spese ed oltre 3.000 Euro di condanna alle spese) con la sentenza della sezione lavoro, n°12120 depositata lo scorso 11 giugno 2015.

La censura mossa dal comune di Brescello si condensava sulle seguenti circostanze: l’agente di polizia municipale, in circa due mesi, aveva redatto oltre 25 articoli e tanto evidenziava l’incompatibilità tra status di dipendente pubblico e attività extra. La corte, con la sua sentenza, rappresenta come la censura (in sé considerata priva di pregio) non possa trovare cittadinanza in un giudizio di legittimità; con tanto evidenziandosi che gli assetti dei due giudici di prime cure erano validi e pertinenti.

La sentenza piace molto a me che scrivo e che –essendo sovente poco amato dal datore di lavoro- potrei essere attinto (nel senso militare e balistico del termine) dall’idea che il mio dilettarmi nello scrivere possa essere esso stesso fonte di un nuovo contenzioso. La piacevolezza, inutile dirlo, si condensa intorno al fatto che la libertà di critica non può essere imbavagliata. Auguriamo quindi, al nostro agente di Polizia Municipale di Brescello di scrivere moltissimi articoli, fino a quando ne avrà voglia.

Pino Napolitano

Fonte : PAsSIAMO

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

FASSINO (ANCI) A Ministro della Semplificazione e della Pa Marianna MADIA, CHIARIRE NORME SU POLIZIA LOCALE

Immagine della News Notizia n° 754   del: 25/06/2015 [23:28]   Autore: Dansegretario

ROMA (AGG) - “Bisogna accelerare sul trasferimento del personale soprannumerario provinciale, in quanto persiste una condizione di insostenibilità finanziaria per le Città metropolitane ed il protrarsi di un blocco pressoche’ totale delle assunzioni a tempo indeterminato nei Comuni”. Lo scrive il presidente dell’ANCI Piero Fassino, in una lettera inviata al Ministro della Semplificazione e della Pa Marianna Madia, con la quale si chiede al Ministro stesso di intervenire innanzitutto con una circolare ministeriale che chiarisca alcune disposizioni contenute nel Dl Enti locali. E’ necessario che tutte le Pubbliche amministrazioni facciano la loro parte, anche quelle centrali. Fassino parla ad esempio della misura che “prevede la destinazione ai Comuni, per lo svolgimento delle funzioni di polizia municipale, del personale appartenente ai corpi di polizia provinciale. L’ANCI che aveva già espresso perplessità a riguardo – afferma – vede oggi con ulteriore disappunto il testo definitivo della norma, che impone il divieto di ricorrere ad altre tipologie contrattuali per le funzioni di polizia locale fino al completo riassorbimento dei dipendenti in carico alla Polizia provinciale. E’ urgente pertanto chiarire che la disposizione non preclude il ricorso ai lavoratori stagionali, in quanto il trasferimento del personale provinciale opera a valere sulle risorse per le assunzioni a tempo indeterminato. Se così non fosse – prosegue Fassino – si alimenterebbe il già alto livello di allarme nei Comuni, soprattutto quelli a vocazione turistica, che stanno già portando a conclusione le procedure di selezione e reclutamento di personale stagionale”. Nella missiva, infine, Fassino ricorda che “non sono state adottate le misure volte a superare le difficoltà operative determinate per le Città metropolitane dal mancato rispetto del Patto di stabilità nel 2014, ovvero la prosecuzione dei rapporti di lavoro a tempo determinato per garantire la continuità dei servizi e la possibilità di dotare i Sindaci metropolitani di alcune essenziali figure di staff”.

Fonte: http://www.globalpress.eu/2/0/17680/PA--FASSINO--ANCI--A-MADIA--CHIARIRE-NORME-SU-POLIZIA-LOCALE--.html


    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

NAPOLI - CGIL - UIL - LIPOL INTERVENGONO PER DISPOSITIVO PIAZZA GARIBALDI

Immagine della News Notizia n° 753   del: 20/06/2015 [14:07]   Autore: Dansegretario

CGIL - UIL - LIPOL

 Prot. n. 0146/Unit. del 17..06.2015

 Al Comandante a interim il Corpo di P.M. Napoli dott. Ciro Esposito

Al Direttore Generale dott. Attilio Auricchio

 p.c. Al Sindaco e Assessore alla Sicurezza/P.M. On.le Luigi de Magistris


 Oggetto: Dispositivo Piazza Garibaldi - provvedimenti a tutela Operatori P.M.


 Le scriventi OO.SS e RSU/RLS di riferimento, facendo seguito ad altra nota sindacale, con la quale evidenziavano le criticità quotidianamente vissute dagli appartenenti al Corpo, derivanti anche dall’organizzazione del dispositivo in oggetto, non avendo riscontrato alcun provvedimento rivendicato e rilevando che: Il medesimo dispositivo pare debba insistere ancora per un lungo periodo, che s’interseca con la carenza di personale, endemicamente pendente sulla P.M.; Conseguentemente non si può evitare di registrare lo spreco di risorse umane ivi impiegate (12/16 dipendenti per turno – tra cui molti distaccati) a fronte delle esigenze di presidio per la restante parte del territorio cittadino; La suddetta forza è impiegata, tra l’altro, a presidiare uno spartitraffico (ubicato nelle adiacenze del monumento a G. Garibaldi e fronte a esso), peraltro inutilizzato dagli stessi pedoni, mentre i conducenti di auto e moto veicoli sono costretti a subire anche la “forca caudina”, costituita da una strettoia che s’incanala dal Corso Umberto e dall’interviale dell’Hotel Luna per confluire in Corso Garibaldi; Il tutto potrebbe essere ovviato (e qua non ci spieghiamo l’agire dei tecnici che hanno elaborato il dispositivo – sperando che almeno non vi siano consulenti esterni e staffisti vari) anche con l’allocazione di un semaforo, semmai semovente e/o più idonea segnaletica, in uno occorrenti, altresì, a dimezzare i flussi di traffico e abbattere le varie micidiali forme d’inquinamento; Tali insalubri condizioni ricadono in particolare sugli appartenenti al Corpo quivi operanti, tra l’altro esposti a tutte le richiamate forme d’inquinamento nonché a calura e sbalzi termici (e nervosi degli utenti catapultati in detto caos) che ne compromettono l’integrità psicofisica; con la presente chiedono immediati provvedimenti atti a razionalizzare il dispositivo, quindi l’impiego delle già scarse risorse umane, ma soprattutto a tutelare gli appartenenti al Corpo, nei confronti dei quali vanno applicate urgentemente le norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Con la certezza di pronto riscontro che varrà a evitare le giuste azioni sindacali a tutela dei lavoratori rappresentati, si porgono distinti saluti.

 Per il Coordinamento Unitario la R.S.U. – R.L.S. di riferimento Area Polizia Locale

 CGIL - UIL - LIPOL

F/to F. Gragnano - A. Micillo – D. Minichini

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

NAPOLI - COMUNICATO UNITARIO CGIL -UIL-LIPOL PER PATENTI DI SERVIZIO

Immagine della News Notizia n° 752   del: 27/05/2015 [18:27]   Autore: Dansegretario

CGIL - UIL - LIPOL

COORDINAMENTO UNITARIO AREA POLIZIA LOCALE

Prot. n. 0022 del 27.05.2015

 

Al Comandante a interim il Corpo di P.M. Napoli dott. Ciro Esposito

 

Oggetto: Patenti di servizio al personale avente titoli – Attivazione inhouse corso formazione.

              

               Le scriventi OO.SS. e le R.S.U. di riferimento, considerato che:

  • Per il migliore e più efficace svolgimento dei servizi, e per la dovuta tutela anche amministrativa e/o giudiziaria degli appartenenti al Corpo aventi titolo e, comunque, impiegati alla guida di auto e moto veicoli del Corpo, vi è bisogno di corrispondere la prescritta patente di servizio;
  • Tale prescrizione discende dall’art. 139 del C.d.S e dal D.M. 246/04 che obbligano le amministrazioni a dotare gli agenti di polizia – di cui all’art. 12 C.d.S. -  di patente di servizio;
  • Già in passato queste rappresentanze hanno evidenziato la necessità di corsi, necessari, per il conseguimento di questo titolo, talché fu realmente attivato un connesso corso di formazione;

·         all’atto nel Corpo vi sono diverse situazioni, ossia: Personale dotato di patente di servizio -- Personale che pur avendone i titoli, secondo il D.M., e svolto il corso, quindi l’esame, non ha materialmente ricevuto la patente di servizio, e ciò nonostante abbia, come richiesto, anche consegnato le foto --  Personale che ha frequentato il corso, ma non ha sostenuto l’esame  --- Personale (soprattutto assunzione 2013), non in possesso del titolo, poiché non ha partecipato al  corso, malgrado, all’epoca,  invitammo il Comando a farlo tenere durante il periodo di formazione.

Per quanto, stante i richiamati obblighi, chiedono alla S.V. di voler disporre affinché il personale avente titoli riceva la patente di servizio e, al contempo, si attivi un nuovo corso per il personale che non ha avuto modo di partecipare al primo, evidenziando che nelle more dell’avvio del medesimo è giusto evitare la conduzione di veicoli del Corpo per gli Operatori sforniti della preparazione e del titolo/patente di servizio.

 

E’ giusto evidenziare che la presente richiesta muove a garanzia, sia per gli Operatori interessati, per i Quali  la patente di servizio scherma il  titolo di guida personale da  eventuali sanzioni accessorie e la decurtazione di punti, sia per la Dirigenza della P.M., cui ancora rappresentiamo che nel Corpo esistono professionalità e capacità atte a  svolgere, in autonomia e a costo zero, il corso di formazione ex indicato  D.M.

Con la certezza di positivo pronto riscontro, si porgono distinti saluti.

 

Per il Coordinamento Unitario  la R.S.U. di riferimento Area Polizia Locale

 

F. Gragnano - A. Micillo – D. Minichini

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

NAPOLI - STRAGE FRA LE VITTIME IL CAPITANO BRUNNER(DECEDUTO) E IL COLLEGA VINCENZO CINQUE(FERITO GRAVE)

Immagine della News Notizia n° 751   del: 15/05/2015 [18:11]   Autore: Dansegretario

A NOME MIO E DELLA LIPOL ESPRIMO RABBIA E TRISTEZZA PER LA MORTE DI TRE E IL FERIMENTO DI SEI PERSONE.

FRA LE VITTIME IL CAPITANO BRUNNER E FRA I FERITI IL COLLEGA VINCENZO CINQUE ENTRAMBI DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI NAPOLI E FUORI SERVIZIO.

L'ASSURDA SPARATORIA A NAPOLI SAREBBE STATA CAUSATA DALLA PAZZIA DI GIULIO MUROLO 48 ANNI CHE HA IMBRACCIATO IL FUCILE DA CACCIA PER UNA LITE PER IL BUCATO.

 DANIELE MINICHINI - SEGRETARIO NAZIONALE LIPOL E RSU DEL COMUNE DI NAPOLI 

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

NAPOLI - IL SINDACO DI NAPOLI FA PUBBLICITA AL MONOCICLO ELETTRICO CON LA....POLIZIA LOCALE

Immagine della News Notizia n° 750   del: 11/05/2015 [20:07]   Autore: Dansegretario

Oggi 11 Maggio 2015 Il Sindaco di Napoli De Magistris si è espresso a favore dell'adozione del monociclo elettrico dimostrando ancora una volta la sua "attenzione" alle problematiche della polizia locale senza tener conto di ciò che abbiamo evidenziato nel seguente ns documento: protocollo 39/s. g./2015 Data 07/05/2015

LI.PO.L. ”LIBERA POLIZIA LOCALE” “APERTIS VERBIS ERGA OMNES”

Al Sig Sindaco del comune di Napoli On De Magistris

Al sig. Comandante del SAPL Colonnello dr. Esposito

MONOCICLO ELETTRICO SOLO… TEMPO PERSO. AH SE CI FOSSE LA COMMISSIONE!!

Siamo rammaricati che il Comune di Napoli e il Comando non ritengano opportuno informare e/o confrontarsi con tutti i sindacati e la RSU ( non solo con alcuni) al momento di decidere di alcune dotazioni per il personale (ma non solo) .

Infatti con TRASMISSIONE. n°3351 /S del 28/04/2015 indirizzata......... CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTO

*
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

NAPOLI -

Immagine della News Notizia n° 749   del: 09/05/2015 [14:57]   Autore: Dansegretario
NAPOLI
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

IL MATTINO- ASL INTERVIENE NEL COMANDO DI POLIZIA LOCALE A PORTICI PERCHE'....PIOVE

Immagine della News Notizia n° 748   del: 06/05/2015 [23:13]   Autore: Dansegretario

Piove negli uffici dei vigili urbani scatta l'inchiesta dell'Asl

di Maurizio Capozzo
       
    
Gli ispettori dell’Asl nei locali del comando di polizia municipale a via Campitelli a Portici. I tecnici del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Napoli 3 Sud erano stati allertati dai una serie di denunce dei sindacati dopo le massicce infiltrazioni di acqua piovana che avevano indotto il comandante Sallusto a chiudere al pubblico gli uffici nelle giornate di pioggia. E in effetti, i tecnici della prevenzione hanno potuto verificare come nei corridoi del comando, al primo piano, vi fossero ancora i secchi per raccogliere l’acqua e le segnalazioni di pericolo poste lungo i corridoi. Evidenti anche i danni ai pannelli della controsoffitattura, resi inutilizzabili dalla pioggia che ha costretto i vigili a mettere al riparo anche le attrezzature utilizzate per la stampa dei verbali. A rischio anche numerosi faldoni con atti di polizia giudiziaria che gli agenti hanno dovuto collocare al sicuro in attesa di tempi migliori. Nei giorni scorsi alcuni dipendenti erano stati ascoltati presso la sede del Dipartimento dell’Asl a Pompei, poi la decisione degli ispettori di vederci chiaro ed effettuare il sopralluogo.
Fonte: IL MATTINO                 
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

ACERRA - IL LIPOL SCRIVE ALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER VIGILARE SU CORRETTA APPLICAZIONE STRAORDINARIO ELETTORALE

Immagine della News Notizia n° 747   del: 27/04/2015 [15:31]   Autore: Dansegretario

95045980638                                                                                Al Segretario Generale del Comune di Acerra

                                                                                        p.c.  Al Sig. Sindaco del Comune di Acerra (NA)

 

 

Oggetto: STRAORDINARIO ELETTORALE.

 

 

Questa O.S., a seguito di malcontento fra i dipendenti di codesta amministrazione per la gestione dello straordinario elettorale,

premesso che

tale istituto costituisce un trattamento .........CLICCA QUI PER LEGGERE
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

NAPOLI - SERVIZIO DI STRISCIA SU PROBLEMA VESTIARIO POLIZIA LOCALE (CON LO ZAMPINO DEL LIPOL)

Immagine della News Notizia n° 746   del: 23/03/2015 [23:35]   Autore: Dansegretario
COMPLIMENTI AL DR ABETE PER IL SERVIZIO ANDATO IN ONDA STASERA A STRISCIA LA NOTIZIA (per vederlo clicca quihttp://mdst.it/03v524361/ )SULLA MANCANZA DELLE UNIFORMI E GLI "STRANI" SMANICATI A NAPOLI. CERTO POTEVA ESSERE PIU' INCISIVO MA SIAMO SICURI CHE, IN FUTURO, MANDERÀ IN ONDA ANCHE IL RESTO DEL MATERIALE, CHE COME LIPOL, GLI ABBIAMO PORTATO A CONOSCENZA (ANCHE SUL PROBLEMA DELLA MANCANZA DI "UNIFORMITÀ" AL REGOLAMENTO REGIONALE CAMPANO APPROVATO DA POCO TEMPO E PERTANTO GLI EVENTUALI SPRECHI)
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

LOGIN

  

Registrati

Recupera Password


LIPOL INFORMA

etp