Anonimo Registrati

Sabato 25-Maggio-2024

          

IMPORTANTE

PER INSERIRE IL PROPRIO ANNUNCIO DI MOBILITA' SU LIPOL.IT e FACEBOOK


comunicare :  nome e cognome, posizione professionale, profilo professionale, gli enti di partenza e destinazione, telefono e/o mail, note particolari

  (ogni singolo annuncio, rimarrà visibile online per circa 12 mesi dalla data d'inserimento)

 Inoltre  per i soli colleghi iscritti al nostro sindacato, che ne facciano richiesta, prestiamo piena assistenza nella ricerca della mobilità (anche attraverso i nostri referenti sui territori) e per tutto l'iter burocratico.

Si prega tutti coloro che abbiano ottenuto la mobilità, di darne comunicazione per cancellare la richiesta.

                                                Si ringrazia per la fattiva collaborazione

IL Segretario Generale Nazionale Daniele Minichini


::NEWS::

Pagina 57 di 57: [<<] [<] [53] [54] [55] [56] [57] Notizie totali: 850
* Categorie 

Ferrara - una circolare del Comando di P.M. fissa le regole per...fare pipì

Immagine della News Notizia n° 10   del: 07/03/2008 [16:24]   Autore: Segretario

Ancora una volta un articolo, di un quotidiano, che fa discutere.

Il dubbio che ,sorge spontaneo, possa essere stato scritto senza una visione obiettiva dei fatti è senza una ricerca della verità ( alla quale dovrebbe essere votato il giornalismo).

Comunque lo pubblichiamo per darvi la possibilità di esprimere la vostra opinione

Il Segretario Generale

Daniele Minichini

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

IL CASO

'Cinque minuti per fare pipì' E i vigili urbani fanno sciopero

Polizia municipale in agitazione. Una circolare fissa regole più rigide: lunedì 17, agenti fermi due ore e presidio in piazza per protestare contro il 'pit stop' troppo breve stabilito dal comandante Carlo Di Palma

Vigili urbani Ferrara, 7 marzo 2008 - E’ stata una goccia di... pipì a far traboccare il metaforico vaso. Lunedì 17 i Vigili Urbani saranno in sciopero, per due ore ad ogni turno e con un ‘presidio’ di protesta in piazza Municipale. Tra le cause della clamorosa iniziativa, c’è anche la circolare del comandante Carlo Di Palma che stabilisce le nuove norme di comportamento per gli agenti. Fissando in modo molto preciso, quasi ‘cronometrico’, i tempi di entrata ed uscita dai turni di servizio ma soprattutto le pause fisiologiche.

"E’ ammessa la sospensione temporanea del servizio (...) — si legge nel documento che risale allo scorso 18 febbraio — solo per espletare impellenti necessità fisiologiche e per il tempo strettamente necessario, generalmente non oltre 5 minuti". Il pit stop dovrà peraltro essere comunicato e autorizzato dai superiori. Insomma, una sorta di pipì a Comando.

Ma la circolare, molto minuziosa anche sui tempi di uscita e di rientro dai servizi di viabilità, appare qualcosa di più anche ad un occhio inesperto alle dinamiche della Polizia Municipale: traspare forse la determinazione di disciplinare turni e orari, evitando qualche possibile ‘furbizia’ di chi, proprio giocando sugli spostamenti (e magari sull’incontinenza), riesce ad accorciare strategicamente le ore di lavoro. E’ ammessa e disciplinata infatti anche la ‘pausa caffè’, ma non superiore "a 15 minuti e che dovrà essere recuperata in pari misura nella medesima giornata — prosegue la circolare —, entro le ore 15".

Di fronte a queste nuove regole, scatta lo sciopero. Non legato, secondo i sindacati della Funzione pubblica, alla disposizione del Comandante; l’agitazione e lo sciopero (il primo indetto dai Vigili Urbani da oltre quindici anni a questa parte), sarebbero infatti determinati da modifiche unilaterali introdotte dal Comune all’accordo sottoscritto con le parti sociali nell’estate del 2007.

E sfociato anche in una serie di assunzioni e di garanzie per il personale, tra cui il ‘doppio agente’ per garantire maggiore sicurezza durante l’effettuazione dei servizi. Altra ragione dello strappo, che ha visto sindacati e amministrazione tentare invano la conciliazione davanti al Prefetto, nella giornata di mercoledì, sarebbe poi la modifica dell’organizzazione dei turni festivi. Ad iniziare da quelli di domenica in concomitanza con la disputa della Maratona. Motivi tutti certamente validi, ma la sensazione è che si tratti del primo ‘sciopero della pipì’.

di Stefano Lolli

 

 

Fonte: Il Resto del Carlino
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

Cassazione: Non sono valide le multe fatte da Agenti di P.M. in borghese o non in servizio

Immagine della News Notizia n° 9   del: 04/03/2008 [22:49]   Autore: Segretario
Nulle multe di vigile in borghese

Cassazione annulla verbale a donna

Non sono valide le multe fatte dai vigili in borghese o non in servizio. La Cassazione ha infatti annullato il verbale fatto ad una automobilista di Reggio Emilia, multata da un vigile che l'aveva colta in flagrante e non aveva resistito alla tentazione di multarla anche se era il suo giorno libero. La nullità della multa era stata dichiarata dal giudice di pace, ma il Comune aveva fatto ricorso.

La nullità del verbale fatto dal vigile in borghese era stata dichiarata, il 29 ottobre 2003, dal giudice di pace di Reggio Emilia che aveva dato ragione alla signora Sandra S. che aveva contestato la contravvenzione del vigile fuori servizio facendo presente che "gli agenti preposti alla regolazione del traffico, quando operano sulla strada, devono essere visibili a distanza mediante l'uso di appositi capi di vestiario o dell'uniforme". Contro il verdetto del giudice di pace ha fatto ricorso, in Cassazione, il comune di Reggio Emilia desideroso di incassare anche i soldi delle multe elevate dai vigili fuori servizio. Ma i supremi giudici hanno replicato che "gli appartenenti alla polizia municipale hanno la qualifica di agenti di polizia giudiziaria soltanto nell'ambito territoriale dell'ente di appartenenza e limitatamente al tempo in cui sono in servizio e ciò a differenza di altri corpi (polizia, carabinieri, guardia di finanza) i cui appartenenti operano su tutto il territorio nazionale e sono sempre in servizio". In sostanza, per la Cassazione, la qualifica di agenti di polizia giudiziaria, nel caso dei vigili, "è subordinata alla limitazione spaziale che i detti agenti si trovino nell'ambito territoriale dell'ente di appartenenza e alla condizione che siano effettivamente in servizio". Il vigile che aveva multato la signora Sandra era "in abiti civili e fuori dal servizio di vigilanza e si trovava a bordo della propria autovettura nel flusso del traffico": la sua multa non vale, ha stabilito la sentenza 5771 degli "ermellini".

Fonte: tg com          www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo403518.shtml

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

Napoli - Encomio del Consiglio Comunale ai colleghi dell'ufficio Minori (vigili antipedofilia)

Immagine della News Notizia n° 8   del: 03/03/2008 [22:35]   Autore: Segretario
Cinque colleghi della Polizia Municipale di Napoli (I Tenenti Giovanni Galiano - Raffaele Napoli - Giovanni Ponti e gli Assistenti Capo Salvatore Grasso e Raffaele Esposito),  protagonisti nei mesi scorsi delle indagini e degli arresti di un gruppo di pedofili, hanno ricevuto il 25 febbraio un encomio solenne ed una medaglia ricordo dal Presidente del Consiglio Comunale Leonardo Impegno a nome del Consiglio comunale. L'inchiesta era partita nel giugno del 2006 grazie ad una segnalazione alla Polizia Municipale dell'edicolante di via Verdi. Bambini rom venivano adescati da anziani pedofili nella zona di Piazza Municipio e Via Verdi.
Insieme a loro hanno ricevuto la medaglia e l'encomio anche il Comandante Schettini e il giornalaio.
 
 
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

IL Lipol esprime la propria solidarietà al Tenente Faugiana di Mazara del Vallo (sicilia) aggredito

Immagine della News Notizia n° 7   del: 12/02/2008 [18:43]   Autore: Segretario
 
Il Lipol esprime la propria solidarietà al Tenente Michele Faugiana responsabile del servizio annonario della Polizia Municipale di Mazara del Vallo (Sicilia provincia di Trapani)  aggredito da un ambulante abusivo in piazza Regina mentre espletava servizio di repressione e controllo per il commercio.
Il "commerciante"è in stato di fermo presso il comando della Compagnia Carabinieri mentre il Vicecomandante Faugiana è stato dimesso dall'ospedale Abele Ajello dove è stato medicato.
Come sindacato Lipol ci auguriamo che l'Amministrazione, con la collaborazione delle altre istituzioni e forze di polizia, dia un segnale forte a tutela del difficile lavoro svolto dalla Polizia Municipale per reprimere il grave fenomeno dell'abusivismo commerciale 
   Il Segretario Generale Nazionale
Daniele Minichini
 
 
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

Napoli - Minichini(Lipol):Basta con la politica degli annunci

Immagine della News Notizia n° 6   del: 08/02/2008 [23:54]   Autore: Segretario

Articolo di Domenico Esposito pubblicato sul Quotidiano "Napoli più"

Minichini(lipol): Basta con la politica degli annunci

I sindacati insorgono "Gettati milioni d'euro"

"Da tempo stiamo denunciando lo spreco di denaro pubblico in merito all'acquisto, per diversi milioni di euro, dei carroattrezzi. E' il momento dire basta alla politica degli annunci". E' il pensiero di Daniele Minichini, segretario generale del Lipol (Libera Polizia Locale)."Bisognerebbe fare tesoro degli errori commessi, ma in questa città non s'impara mai. Quella dei carroattrezzi è stata una spesa illogica,scriteriata. Il Comune non ha neppure preso in considerazione le dimensioni delle vetture, troppo grandi per entrare nel deposito di via Brin". Il sindacato Lipol ha chiesto un incontro urgente a Palazzo San Giacomo per affrontare tutte le problematiche irrisolte e sollecitare la riforma del corpo della Polizia Municpale. "Il 14 Febbraio, il giorno di San Valentino , festeggeremo i dieci annidella tanto sbandierata riforma, che ancora non è stata attuata - dice ironicamente Minichini". Abbiamo il compito di difenderela città e tutelare la popolazione , ma è palese che non siamo nelle condizioni idonee a svolgere la nostra missione. Bisogna affrettare i tempi  per dare il via alla ristrutturazione del corpo". Sull'amministrazione comunale si abbatte una vera e propria tempesta di critiche. Sott'accusa anche i corsi di formazione. " In tutte le città "normali" - spiega il segretario del Lipol - i nuovi assunti sono immediatamente sottoposti a corsi continuativi di cinque, al massimo sei mesi, che preparano l'agente in maniera ottimale. A Napoli siamo autodidatti. Basti pensare che i ragazzi  della leva del 2000  hanno ultimato il percorso di formazione solo nel 2007, ignorando che siamo tutori della legge". Il Lipol chiede, dunque, risposte concrete. " E' necessario - conclude Minichini - anche raccordare le varie unità operative, che utilizzano una differente modulistica. Mi auguro che da Palazzo San Giacomo possano arrivare segnali d'apertura".

Napolipiù Venerdì 8 Febbraio 2008             

   

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

Marano di Napoli - Racket distrugge tre negozi . Intervento dei carabinieri e della Polizia Municipale

Immagine della News Notizia n° 5   del: 04/02/2008 [22:20]   Autore: Segretario

Ieri (domenica) alle due e mezzo del mattino circa, tre negozi sono saltati in aria e l’esplosione ha danneggiato anche quattro automobili in sosta. Per precauzione, il primo piano dello stabile è stato sgomberato per alcune ore e diciotto famiglie hanno trascorso la notte in strada che sono poi rientrate dopo il sopralluogo dei tecnici dell'ufficio comunale che hanno rilevato l'assenza di danni strutturali. Nel mirino due negozi di abbigliamento, Classic man e Mediterraneo, uno di scarpe, Petrillo calzature. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la polizia municipale rispettivamente agli ordini del Tenente Emanuele Meleleo e del Capitano Brigida Costa.

Potrebbe essersi trattato di una questione di racket, oppure di un avvertimento recapitato ad uno dei proprietari per motivi ancora da chiarire. L'area dello scoppio, intanto, resta sotto sequestro e piantonata dalle forze dell'ordine. Sembrerebbe trattarsi di un ordigno, ipotesi ritenuta verosimile anche dai vigili del fuoco, ma anche di un liquido infiammabile collocato in uno dei tre negozi attraverso le grate sul retro dello stabile e incendiato ; il rogo avrebbe poi provocato l’esplosione. I rilievi effettuati dagli artificieri dovrebbero chiarire il mistero

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

IL COMUNICATO -"La prova del cuoco" del Comune di Napoli (ovvero delegazione trattante del 28/01/2008 su riforma della Polizia Municipale)

Immagine della News Notizia n° 4   del: 30/01/2008 [20:19]   Autore: Segretario

Lunedì 28/1/08 si è svolta a Napoli l'ennesima delegazione trattante sulla riforma del Corpo della Polizia Municipale. Abbiamo dovuto registrare il completo disinteresse di alcuni sindacati sui problemi che investono il Corpo (infatti non vogliono i rappresentanti per la 626/94) e la loro concentrazione su come cercare di avere più soldi possibili per aggiudicare un numero di posizioni organizzative per assicurarle anche ai "ricotta"(scansafatiche sponsorizzati). Come RSU Lipol ho evidenziato sia in Delegazione che nell'intervista, rilasciata a Telecaprinews , di come l'Amministrazione Comunale dopo circa dieci anni che si parla di riforma si sia presentata con un documento di tre paginette "fantascentifiche". Infatti le ho paragonate ad una ricetta e il tutto alla trasmissione "La Prova del Cuoco". Con la notevole differenza che per dar vita alla ricetta - riforma non ci sono mezzi e soldi. Come reale segno di riforma, come Lipol, chiediamo: 1. Dignità cat. C5 - essendo un corpo paramilitare si può attribuire il grado di maresciallo ai C5 con assegnazione di qualifica ufficiale di polizia giudiziaria e remunerazione di circa 200 euro netti al mese ai sensi dell'art 17 del CNL

2. Sedi della P.M. Messa a norma (per la 626/94) o nuove collocazioni che assicurino dignità e salute

3. Commissioni vestiario – tecnica e trasferimenti per una vera trasparenza e per evitare ancora vergogne come indagine Procura su vestiario e l’utilizzazione di fogli di calendari per fare fotocopie di documenti

4. Nuove assunzioni, applicazione 35 ore settimanali, settimana corta ex art 208(Previdenza e Assistenza Se non ci saranno questi provvedimenti, anche se con il prossimo pensionamento del Comandante Schettini il Sindaco chiamerà "Superman" a comandare la Polizia Municipale, quali risultati si potranno avere? Napoli 30/1/2008

Il Segretario Cittadino Prov                                         Rsu e Segretario Generale             Il Segretario Regionale Carmine Schettino                                                             Daniele Minichini                    Vincenzo Fiorentino

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

Napoli - il segretario cittadino del Lipol C. Lamari lascia il Lipol per entrare in CISL

Immagine della News Notizia n° 3   del: 14/01/2008 [17:14]   Autore: Segretario
Sabato 12 Gennaio 2008 Claudio Lamari mi ha comunicato telefonicamente alle ore 13,15 che lascia il Lipol per entrare nella CISL . Pertanto la carica di SEGRETARIO CITTADINO del Sindacato Li.Po.L “Libera Polizia Locale” viene ricoperta da CARMINE SCHETTINO già Segretario Provinciale. IL Segretario Generale Daniele Minichini
    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

11-02-2006 NAPOLI - MINICHINI DEL LIPOL SCRIVE AL PRESIDENTE DELLA REGIONE CAMPANIA BASSOLINO PER LE ANOMALIE DELLA SCUOLA REGIONALE DI POLIZIA LOCALE

Immagine della News Notizia n° 2   del: 02/01/2008 [23:31]   Autore: Segretario
11-02--2006  NAPOLI - CORSI DI FORMAZIONE PER AGENTI DI POLIZIA IN UNA SCUOLA SENZA BANCHI E SENZA LIBRI

Una scuola "anomala" sotto molti punti di vista ,quella dove si tengono le lezioni dei corsi di aggiornamento per agenti di polizia municipale, -provinciale e regionale . A denunciare le tante carenze del plesso in via Pacioli,a Ponticelli, è il segretario generale del Lipol, sindacato "Libera Polizia Locale", Daniele Minichini, che ha scritto al presidente della Regione, Antonio Bassolino, chiedendo che ........CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO DE IL GIORNALE DI NAPOLI (IL ROMA) 

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

10-09 - 2005 NAPOLI - SNAVU, CGIL E LIPOL INTERVENGONO SU LITE IN PIAZZA CAROLINA

Immagine della News Notizia n° 1   del: 29/12/2007 [19:22]   Autore: Segretario

10-09-2005 IL GIORNALE DI NAPOLI "IL ROMA"

IL CASO. ODDATI:"GLI AGENTI FANNO IL LORO DOVERE " SNAVU, CGIL E LIPOL :"NESSUNO HA TOCCATO IL DIPENDENTE DELLA PREFETTURA"

LITE IN PIAZZA CAROLINA. PARTITI E SINDACATI SOLIDALI CON I VIGILI "E' STATA CONDOTTA UNA NORMALE ATTIVITA' DI POLIZIA GIUDIZIARIA A SEGUITO DI MINACCE, RESISTENZA E  ....CLICCA QUI PER LEGGERE IL GIORNALE DI NAPOLI (IL ROMA)

    * Permalink Commenti [0]    Registrati e Commenta

LOGIN

  

Registrati

Recupera Password


LIPOL INFORMA

etp