Anonimo Registrati

Martedi 07-Febbraio-2023

          

IMPORTANTE

PER INSERIRE IL PROPRIO ANNUNCIO DI MOBILITA' SU LIPOL.IT e FACEBOOK


comunicare :  nome e cognome, posizione professionale, profilo professionale, gli enti di partenza e destinazione, telefono e/o mail, note particolari

  (ogni singolo annuncio, rimarrà visibile online per circa 12 mesi dalla data d'inserimento)

 Inoltre  per i soli colleghi iscritti al nostro sindacato, che ne facciano richiesta, prestiamo piena assistenza nella ricerca della mobilità (anche attraverso i nostri referenti sui territori) e per tutto l'iter burocratico.

Si prega tutti coloro che abbiano ottenuto la mobilità, di darne comunicazione per cancellare la richiesta.

                                                Si ringrazia per la fattiva collaborazione

IL Segretario Generale Nazionale Daniele Minichini




25/12/2005 Senigallia. Il giudice annulla le multe: "Immorali"



torna indietro all'elenco dei Documenti.Elenco Documenti     Stampa questo documento dal titolo: 25/12/2005 Senigallia. Il giudice annulla le multe: Stampa

Notizia del: 25/12/2005

I vigili fanno le multe, il giudice di pace le toglie. Non due o tre, ma decine di sanzioni condannate perchè “immorali”. I divieti di sosta in questione riguardano via Camposanto vecchio, la strada che porta all’ospedale. Quando il parcheggio è pieno - cioè sempre - chi ha bisogno di entrare nel nosocomio, chi ha un’emergenza, chi deve visitare un paziente malato parcheggia lungo quella strada: un posteggio abusivo, segnalato da un apposito divieto di sosta che rende legittime le sanzioni, anche se poco gradite. Mancando le condizioni di sicurezza non è quindi possibile sostare. Molti sanzionati si sono però rivolti al Giudice di Pace che ha accolto la loro istanza, ritenendo inopportune le multe verbalizzate dai vigili urbani in situazioni di emergenza. Come testimonia il fatto che gli automobilisti hanno posteggiato la vettura per recarsi in ospedale e non per motivi futili. Il Codice della strada però parla chiaro e sostare in quel tratto è pericoloso.

La carreggiata è troppo stretta per ospitare due corsie ed un parcheggio - spiega Flavio Brunaccioni, comandante della Polizia municipale - si tratta di una questione di sicurezza stradale. Per mantenere il doppio senso di marcia - aggiunge - bisogna rinunciare al parcheggio, altrimenti per individuare delle aree di sosta, a norma, sarebbe necessario istituire il senso unico. La questione è stata sollevata anche in Consiglio comunale dal consigliere Andrea Bacchiocchi che, attraverso un'interrogazione rivolta all'assessore al Traffico, ha chiesto di trovare una soluzione definitiva per una problema che va avanti da tempo. L'assessore Simone Ceresoni si è preso l'impegno di valutare un possibile rimedio che, da un lato tuteli gli utenti della strada e dall'altro dia la possibilità a chi deve recarsi in ospedale per un'emergenza, di poterlo fare senza incappare in una multa. Rendere fruibile il parcheggio significherebbe però sacrificare un senso di marcia e nella grande partita della viabilità sarebbe un'operazione da valutare attentamente, per non creare squilibri alla circolazione e costringere chi deve recarsi all'ospedale a dover compiere giri improponibili per raggiungere la struttura sanitaria. Di certo le multe continueranno ad essere elevate, assicura il comandante, per garantire l'incolumità degli utenti della strada. Incolumità messa a rischio appunto dalla parziale occupazione della carreggiata, da parte delle automobili posteggiate abusivamente, che ostacolano il transito dei veicoli provenienti da sensi di marcia opposti. Non di poco conto il fatto che proprio di fronte al parcheggio fuorilegge si trova l'entrata delle ambulanze, che hanno la necessità di trovare la strada sgombera al loro arrivo.


(22/12/2005 - Corriere Adriatico)





torna indietro all'elenco dei Documenti.Elenco Documenti

LOGIN

  

Registrati

Recupera Password


LIPOL INFORMA

etp